Social media manager e cliente: Regole di condotta

By in
222
Social media manager e cliente: Regole di condotta

La scelta di un Social Media Manager

Quando si sceglie un social media manager bisogna farlo bene. Bisogna avere ben chiare le proprie esigenze, gli obiettivi che si vogliono raggiungere e il budget a disposizione da investire pagando un professionista di questo tipo.

Un altro ragionamento che è giusto fare prima di contattare un social media manager è questo: quanto valore do al lavoro che questo professionista svolgerebbe al posto mio? Al tempo che dedicherà ai miei canali, e alle iniziative che prenderà per far crescere il mio business?

Mi rivolgo a lui/lei perché non ho tempo, o perché credo di non saper svolgere questo lavoro?

Social media Manager; la scelta del cliente

Quando il cliente contatta un social media manager, quest’ultimo sceglie accuratamente il cliente da seguire.

Sì, il professionista che opera nei social valuta se il lavoro richiesto può fare al caso suo e non ne fa una mera questione economica. Solitamente i fattori di valutazione sono; la fattibilità, lo stato dei lavori, il settore di riferimento (ci sono smm che operano verticalmente su alcuni settori) e la credibilità del brand.

Perché i social media non fanno miracoli.

Il professionista che opera nei social valuta se il lavoro richiesto può fare al caso suo e non ne fa una mera questione economica.

Quando prendo in gestione i canali social di un nuovo cliente, creo una strategia che elaboro accuratamente dopo aver ascoltato le esigenze del brand di riferimento o del professionista in questione.

Parto sempre da un concetto importante; i social devono poter servire in ottica di raggiungimento degli obiettivi di marketing.
Ogni azione del social media manager è studiata, niente è lasciato al caso e ogni mossa viene accuratamente pensata per raggiungere micro obiettivi che in ottica di insieme ne raggiungeranno uno grande.

Cosa chiedo al cliente, in totale trasparenza, che intende collaborare con me? Chiedo che siano rispettate alcune regole di condotta base, in modo da poter lavorare serenamente e correttamente.

Regole di condotta per un rapporto corretto fra social media manager e cliente (1)

FIDUCIA

Quando decidi di affidarti ad un Social Media Manager devi riuscire a fidarti di lui e lasciargli campo per svolgere dignitosamente il proprio lavoro.
Così come dovresti fare con l’idraulico, con l’imbianchino, con la sarta, con il macellaio.

Lo so che ci hanno abituato a pensare che i social siano alla portata di tutti, ma se ti sei rivolto ad un professionista spero che tu abbia in mente di ottenere qualche risultato in più, in termini di qualità!

Le direttive vanno benone, sarà il social media manager a chiedertele in fase di brief.

Ricordati che ci vuole tempo per entrare nell’ottica imprenditoriale del brand in questione ma non preoccuparti, è parte integrante del nostro lavoro e lo facciamo giorno dopo giorno, cliente dopo cliente.

COMPENSO

Quando il SMM ti fa un preventivo, cerca di capire quanto lavoro ci sia dietro, senza subito trattare/andare al ribasso.

Di social media manager in giro ce ne sono ormai parecchi. Se sei capitato qui, vuol dire che stai cercando qualcuno che ti prenda per mano e ti accompagni in questo complesso mondo (più complesso di quanto la superficie ti possa far pensare).

Stai cercando un freelance che non abbia gli stessi costi di agenzia, ma che sia abbastanza esperto da poterti assicurare un lavoro di qualità.

Quando il SMM ti fa un preventivo, cerca di capire quanto lavoro ci sia dietro, senza subito trattare/andare al ribasso. Piuttosto fai domande, approfondisci fino all’osso. Non affrontare un investimento alla leggera, senza dargli l’importanza che sicuramente merita il tuo business.

Ma quanto costa un Social media manager?

TEMPO

Stai cercando qualcuno che possa ben adattarsi alle tue esigenze ma che a tutti gli effetti non è un tuo dipendente, non lavora 8 ore al giorno per te, solo per te. Altrimenti avresti assunto qualcuno.

Il SMM freelance lavora con più clienti, e quel che paghi è assolutamente il risultato di un calcolo di ore impiegate a svolgere un determinato lavoro, di esperienza e complessità.
Non pensare di poterlo trovare ogni qual volta tu lo chiami; il SMM organizza il proprio tempo separando i progetti per garantire la qualità del proprio operato e per non impazzire.
In compenso, quando lavoro per te, mi dedico a te soltanto.

Non pensare di poterlo trovare ogni qual volta tu lo chiami; il SMM organizza il proprio tempo separando i progetti per garantire la qualità del proprio operato e per non impazzire.

SMM E VITA PRIVATA

I social non dormono mai, i social media manager sì.

E hanno anche una famiglia, e una vita sociale.
Quelli antipatici, probabilmente no. Scherzo, anche loro.

Vorresti un social media manager insoddisfatto e frustrato? Io no!

Ho deciso di affrontare questo punto (a mio parere quasi il più importante) dato che io sono tanto, troppo disponibile. Ma bisogna darsi delle regole.

I social non dormono mai, i social media manager sì.

I week-end per me sono sacri; ho una famiglia, un marito e una bellissima bambina di due anni. Per lavorare bene, la mia vita deve essere soddisfacente, sono sicuro che sia così anche per te.

Sono abituata a sorridere anche sul lavoro!

Emergenze vere a parte, vorrei poter staccare la spina durante i miei giorni off e godermi tutto quello che ho intorno, per ricaricare le pile e tornare più carica di prima sul nostro progetto.
Per favore, rispettami e dimenticati che ho un cellulare.

Stessa cosa durante gli orari non lavorativi. Serate, albe, nottate.

Ho visto mia figlia incupirsi mentre io, anziché dedicarmi a lei, rispondevo ad un cliente fuori dall’orario di lavoro. Non voglio che accada più e sono estremamente sincera nel dirtelo.

Non salvo vite, posso permettermi di staccare. Questo non vuol dire che io non ritenga importante il tuo progetto, anzi.

Solamente credo nello slow working e nella qualità del tempo.

54321
(1 vote. Average 5 of 5)
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *